Il termalismo nella prevenzione dell’invalidità e della malattia indennizzabile INPS

RIASSUNTO

Il lavoro cerca di ripercorrere, sinteticamente, le precipue tappe storiche del termalismo previdenziale italiano, da sempre uno dei capisaldi della prevenzione dell’invalidità e della malattia indennizzabile messi in atto dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) per i suoi assicurati.
Dopo aver descritto le categorie di patologie per le quali le cure balneo termali (CBT) trovano indicazione come strumento di prevenzione dell’invalidità, gli aspetti sia sanitari che amministrativi che costellano l’iter per la fruizione delle CBT in regime speciale, le eventuali controindicazioni che debbono essere attentamente soppesate dai medici esaminatori dell’Istituto, gli Autori si soffermano, in particolare, sul ruolo, nella moderna società, che le CBT INPS giocano come strumento di prevenzione dell’invalidità pensionabile e della malattia indennizzabile.
La riduzione delle concessioni in regime speciale, la diminuzione del numero dei cicli fruibili da parte di ogni assicurato, la maggiore attenzione alla concessione della CBT ai soggetti in età più avanzata alle quali si è assistito in questi ultimi anni, sono forse l’indice di un mutamento della società moderna o, semplicemente, il frutto della crescente crisi economica, che inesorabilmente, ha coinvolto anche il sistema previdenziale e termale italiano?

scarica PDF

AUTORI

  • M. Scaglione
  • M. Sammicheli

PAROLE CHIAVE

  • Termalismo
  • Malattia
  • Invalidità

 

Copyright © 2013   |   Società Editrice Universo s.r.l. | ISSN: 2283-298X | Privacy Policy | Informativa Cookies

Via G.B.Morgagni, 1 - 00161 Roma

tel (06)4402054/3, fax (06) 4402033

!Count per Day

  • 44131Totale visitatori: